Digitale: 29 e 30 marzo a Milano il Congresso internazionale di odontoiatria

0
1022

A Milano, il 29 e il 30 marzo prossimi, si terrà il sesto Congresso internazionale sul digitale in odontoiatria. A ospitarlo sarà il Centro Congressi Humanitas University di Milano. Si tratta di un evento congiunto tra Digital Dental Academy e Humanitas Dental Group.

La parola chiave di quest’anno è Friendly Digital. Si approfondiranno dunque le declinazioni digitali di odontoiatria estetica, restaurativa nelle usure dentali, protesi, odontotecnica, implantologia e ortodonzia viste al digitale.

Massimo Nuvina, presidente della Digital Dental Academy, parla così del congresso milanese: “Un insieme di relatori di profilo internazionale, italiani e stranieri, che porteranno a conoscenza le maggiori novità in un campo e che oggi è ristretto ma che, tra non molto, sarà l’odontoiatria di tutti i giorni”. In Italia, effettivamente, il digitale è ancora poco utilizzato rispetto a Paesi europei come la Germania e la Francia. Meno del 10% degli studi odontoiatrici è dotato di un sistema digitale per rilevare l’impronta.

Nuvina, uno dei pionieri in Italia per il digitale nell’odontoiatria

Nuvina è stato uno dei pionieri, avendo iniziato sette anni fa a esaminare l’argomento digitale: “Ogni giorno scopro novità. Nuovi sistemi, nuove metodiche, nuove procedure che cambiano il rapporto tra odontoiatra e paziente in modo netto”. È come se stesse nascendo un nuovo modo di lavorare, l’odontoiatria sta assumendo un altro ruolo. Come mai è stata scelta Milano? “Humanitas Dental Center è una realtà all’interno di una prestigiosa struttura ospedaliera d’avanguardia, che ha anche un corso di laurea in Medicina a livello internazionale”.

Per due giorni, dunque, il mondo odontoiatrico guarderà a Milano: al congresso si parlerà di protesi complessa, restaurativa semplice, impianti e ortodonzia. “Raggruppiamo un insieme di clinici di qualità eccellente per rendere disponibile a un uditorio composito l’insieme delle soluzioni che, se comprese, porteranno alla formulazione di piani di trattamento”. Una persona di mezza età che fino a poco tempo fa per trasformare il sorriso aveva bisogno di una protesi, lunga e invalidante, oggi in un solo giorno può trasformare il proprio sorriso pre-visualizzando il risultato e realizzando, per esempio, faccette dentali in ceramica integrale. Oppure può non toccare i propri denti utilizzando un allineatore invisibile, fare una cura ortodontica che non comprometta la sua vita di relazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here